Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /homepages/44/d732223760/htdocs/liguriadiconfine/wp-content/themes/Divi/includes/builder/functions.php on line 5753
B O R D I G H E R A IM | Liguria di confine

B O R D I G H E R A         IM

Fotografie di  Pietro  Buonsignore

bordighera im

           Oggi,  ” Liguria di Ponente ” vi porta in una delle città più affascinanti e rinomate della Riviera, stiamo parlando di “BORDIGHERA ” .

Chi non ha mai sentito parlare di Bordighera, città dove il clima anche nelle stagioni fredde, è sempre mite, molto curata, prestigiosa per una lunga passeggiata sul mare, dove durante l’estate si trasforma specialmente alla sera, quando dal mare arriva una brezza leggera, in una passerella di locali con attrazioni per grandi e piccini, musiche all’aperto, giochi e punto di incontro sia per giovani che per anziani dove seduti sulle panchine, assaporano il fresco serale,mentre i più giovani scorrazzano e giocano sulla spiaggia dove alternarsi di ristoranti tipici ci fanno assaporare le specialità della zona.

Eccoci fermi al semaforo, centro della città,dove oltrepassandolo , lasciandoci alle spalle la stazione , meta di turisti , mentre di fronte a noi troviamo  Corso Italia, una via splendida ricca di superbi ristoranti e negozi ,dove alla fine troviamo una  lunga via  alberata ,la via Romana con molti   alberghi rinomati per i nostri turisti.

La splendida Chiesa dell’Immacolata Concezione, sita in via Vittorio Emanuele ll , domina la città e raccoglie i suoi fedeli durante  le funzioni,struttura particolare che appare ammirandola dalla strada, con i suoi  due campanili posizionati uno sul lato destro e uno sul sinistro,dove sotto di essi tre archi con finestre vetrate racchiudono la cima della tettoia sorretta da due colonne.

Ora incominciamo a camminare, Bordighera con i suoi viali lunghi e alberati, ravvivati sempre da fiori, ci dà la possibilità di ispezionarla in lungo e in largo, dal mare alla parte più vecchia che in seguito vedremo.

Grande città , piccola stazione , dove transitano i treni che arrivano da tutte le parti d’Italia,  per scendere ad ammirare quanto sopra detto, oppure per proseguire nel viaggio per l’ultima stazione Italiana , Ventimiglia .

Il parcheggio delle auto innanzi a lei e, scesi con la vostra valigia, piena di speranze e avventure, ci inoltriamo per le vie raggiungendo la nostra destinazione.

Nelle vie e per tutta la costa anche sulla via Aurelia che transita fino alla frontiera, noi troviamo sempre, piante di bouganville , che ci accompagnano strada facendo con il loro colore viola lucente.

Scorriamo questo gruppo di immagini che parlano da sole , la lunga passeggiata pedonale , molto larga, ricca di insenature di giardini, con alberi per ripararci dal sole,  panche sia in legno , sia in muratura costeggiano le onde, dove i bagnanti si riversano ad abbronzarsi, mentre i bambini sotto l’occhio vigile dei genitori giocano con la sabbia e si buttano  fra le onde.

Nel percorrere il lungomare, dove il sole ci brucia anche senza scendere sulla spiaggia,troviamo questo gazebo particolarmente utilizzato per serate musicali, esposizione quadri, per rallegrare il turista che visita la nostra bella Bordighera,piena di bellezze e di attrazioni per tutti.

Lungo il cammino, rientranze con pini e siepi, per poterci proteggere dal sole seduti su di una panchina mentre lo sguardo ammira l’immenso spettacolo del mare.

Ma le meraviglie di questa città, non sono ancora finite, anzi, ora ci inoltriamo nella parte alta, quella storica ” Bordighera Alta ” , raggiungibile in auto, o meglio ancora farsi una bella passeggiata fra pini e piante , scalinate ,sassi e quant’altro, da dove si ammira il mare e tutto quello che è intorno a noi diventa magico, come in una favola dove ci sembra di essere in un altro paese, lontano e tranquillo dal caos cittadino.

L’arco da dove si scorge il mare e la Chiesa di Santa Maria Maddalena,sita in piazza del Popolo, in stile architettonico Rococò , costruita nei primi del Seicento , e più tardi viene impreziosita con stucchi e decorazioni in oro, che come si racconta , l’oro veniva offerto dal popolo donando anelli, catenine e altro al fine di poter eseguire le migliorie che poi durarono nei tempi.

In questa piazza dove troviamo il posto per la nostra auto, appare non indifferente ai nostri occhi questa enorme pianta oramai considerata monumentale,risalente al 1887, trattasi bensì di due piante  di Ficus , che oramai regnano all’entrata del paese e rinfrescano le persone durante la calura.

Come in tutti i paesi della nostra bella Liguria, questi vicoli con archi, ci fanno visitare il luogo solo a piedi essendo stretti e non percorribili con auto;troviamo in via del Troglio una piazzetta con un edificio oramai chiuso da anni, trattasi della Casa di Riposo San Giuseppe.Che ospitava gli anziani.

Dalla via Aurelia,all’altezza della Chiesa di Sant ‘Ampelio, dove il mare splende con il suo colore azzurro,guardando verso la montagna, lato opposto, troviamo trionfante la statua delle ” Regina Margherita “adornata di fiori che dal Suo trono, ammira il mare da Lei tanto amato.

Alle Sue spalle, si estende una pineta che sale fino alla parte vecchia della città, percorribile anche in auto, ma splendida passeggiata all’ombra dei pini con ritagli di balconcini per poter ammirare il panorama che si perde all’orizzonte.

 

Splendido scorcio fotografico che guarda il mare, costruzioni di pietra con cannoni a difendere il paese, mente a lato una fontanella ci zampilla davanti agli occhi a forma di una torta nuziale, e noi ammirandola  seduti sul muretto , ci godiamo il panorama.

    Statue , alberi e sassi, ci conducono costeggiando la strada, verso l’alto.

Queste ultime fotografie, Vi fanno scrutare ancora una volta la Chiesa di Sant’Ampelio, e l’orizzonte infinito con splendidi colori che ci invitano a visitare il luogo,ancora qualche passo sotto i pini profumati e raggiungiamo così nuovamente il piazzale delle auto, dove anziani giocano a bocce o si raccontano vecchie storie della loro vita.

Fra le tante città e paesi, frazioni visitate, possiamo dare un punteggio notevole alla città di Bordighera, che da sempre ammirata da Italiani e stranieri per la sua dolce fragilità turistica dove le persone che la visitano, rimangono incantate e si ripromettono di ritornare al più presto come spero lo facciate anche Voi.

 

Per migliori informazioni cliccare qui sul : sito ufficiale

Pin It on Pinterest

Share This