Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /homepages/44/d732223760/htdocs/liguriadiconfine/wp-content/themes/Divi/includes/builder/functions.php on line 5753
PERINALDO | Liguria di confine

 

PERINALDO  IM

                Fotografie di Pietro  Buonsignore

Perinaldo IM

 

 

   Oggi vi ho portato in un paese che racchiude in se una grande storia,siamo  a Perinaldo, IM.  già in altura, quasi 600 m.parliamo di  studi e di racconti relativi all’astronomo. Giovanni Cassini.

 

Entrando nel paese ci imbattiamo nel monumentale ricordo ai caduti, che ci fa capire quanto questo paese abbia sofferto negli anni che furono durante le guerre e che ancora oggi viene ricordato da tutti gli abitanti.

Le classiche vie strette dove le case in pietra ricordano il passato ,  ci conducono in una piazza dove troviamo  la Chiesa di S:Antonio.

Salendo e scendendo per questi vicoli, si incontrano visitatori che anche loro, armati di macchina fotografica, raccolgono scorci preziosi e sguardi verso l’infinito spettacolare verde che ci circonda.

Passeggiare in queste vie, così strette dove le auto non transitano,a noi  appare strano, abituati alle  grandi città, dove sfrecciano ad alta velocità,mentre qui possiamo  ammirare e scrutare i dintorni tranquillamente.

 

Ecco che lo sguardo si allontana per ammirare i monti , l’aria è pulita e olivi e pini splendono con il loro  colore vivace,raggiungiamo questa terrazza , dove troviamo antichi strumenti di astronomia .

 Il  castello Maraldi del  secolo XVI ,che fu  la casa natale del Cassini, astronomo, mentre  i suoi strumenti per osservare le galassie sono raccolti in un locale all’interno del Municipio,  aperti al pubblico .

Vie che ci portano in breve tempo al Belvedere Chianea ,realizzato alle spalle dell’antico sagrato, dove in estate vi sono parecchie manifestazioni, e sulla terrazza che ci offre uno spettacolo unico,si posizionano tavolini panche e quant’altro al fine di radunarsi con cittadini e visitatori a bere mangiare e perchè no ballare.

   Qui di seguito vi presento  alcune immagini della famiglia Cassini, quadri che sono esposti per le vie del paese, dove tutti possono ammirare l’importanza e la considerazione del Cassini a Perinaldo.

Il suo nome portò in Perinaldo una nota di saggezza incommensurabile , considerando l era e le vicissitudini di quei tempi, che ancora oggi sono ricordati tramite dipinti e strumenti conservati nel museo del paese.

            Seguendo le indicazioni segnaletiche, troviamo la via che ci porta direttamente all’osservatorio astronomico Cassini, dove troveremo oltre che uno spettacolo di monti che si perdono all’orizzonte , cartelli che spiegano l’utilizzo di questi antichi strumenti.

     Qui troviamo alcune  piastre inserite nella pavimentazione durante il percorso della  galleria pittorica  , dove i segni zodiacali, vengono, sempre dal Cassini, studiati ed evidenziati per il popolo , al fine di illuminare con la Sua immensa saggezza tutti i passanti .

  Dalla piazza della chiesa di San Nicolò, passando sotto questo arco, ci  troviamo in un altra terrazza adibita a festeggiamenti,dove, tavolini e sedie raccolgono paesani e turisti a festeggiare, mangiare e danzare ammirando ancora una volta lo spettacolo che Perinaldo ci permette di scrutare.

 

 

Notiamo un gatto, che tranquillo si riposa nell’attesa di ricevere qualche avanzo.

Ritorniamo sui nostri passi e oltrepassato l’arco su piazza E Croesi, Troviamo una fontana con questa scritta accanto al vecchio Municipio.

  Lanciamo un ultimo sguardo, speriamo di ritornare presto e trovare anche Voi, ad una di queste tavolate assaggiando torte e piatti speciali creati con un grande prodotto locale ” Il Carciofo violetto ” .

   Si racconta che Napoleone donò ai Perinaldesi alcune piantine di questo ortaggio  proveniente dalla Provenza,da coltivare nelle campagne in quanto adatto per l’altitudine di queste terre. Viene usato in molti piatti, e i coltivatori locali sono molto gelosi del loro prodotto.

         Il nostro viaggio finisce qui , ma anche se vi ho proposto diverse immagini, Vi invito a visitare questo Paese, e  venire in queste terre della nostra Liguria fra olivi e aria pura.

Per informazioni cliccare su: sito ufficiale

Pin It on Pinterest

Share This