Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /homepages/44/d732223760/htdocs/liguriadiconfine/wp-content/themes/Divi/includes/builder/functions.php on line 5753
V E N T I M I G L I A IM | Liguria di confine

VENTIMIGLIA

IM

 

Fotografie di Pietro Buonsignore

ventimiglia im

Oggi anche se l’estate è finita, vi porto a fare un giro per la città di Ventimiglia, una città di frontiera al confine con la Francia.

Questa città multietnica , ci propone diverse possibilità restando in Italia o andando in Francia.        Vedremo le strade che dalla stazione ferroviaria ci conducono brevemente al mare, mercato frutta e fiori,il mercato del venerdì, cosi atteso dai Francesi e un classico mercato di svendita e raccolte fondi da un nome in dialetto locale il famoso “DESBARATU’   “.

Eccoci, appena scesi dal treno, già si assapora un aria diversa, e davanti a noi la strada in breve tempo ci conduce al mare,dove da li lanciando uno sguardo alla nostra destra vedremo il fiume Roya al di là del quale si erge la parte vecchia della città , la parte storica con i suoi vicoli stretti,e da dove il panorama si estende fino alla Francia.

Ecco quì a fianco la strada che troviamo uscendo dalla stazione ferroviaria e che ci porterà al mare.

Uscendo dalla stazione, incrociamo una zona pedonale, dove oltre a negozi, troviamo alcuni bar con sedie all’esterno, per darci subito un po di relax e iniziare a renderci conto di dove ci troviamo,iniziamo il nostro giro dopo un bel caffè e uno sguardo alla città.

Il palazzo del Comune,e la lunga passeggiata a bordo mare, accompagnata da palme e fiori , dove ampie terrazze si affacciano sull’acqua, dove in estate attrazioni musicali,o raduni e manifestazioni per grandi e bambini, dilettano la nostra permanenza.

h

Passeggiamo per Ventimiglia,essendo una città di confine, troviamo molti negozi che vendono prodotti vari , bevande alcoliche e non ,dolci e altro, il commercio di frontiera è uno dei maggior sostegni della nostra città,vedremo poi anche delle fotografie del mercato del venerdì, un via vai di persone per fare acquisti in gran parte Francesi.

Girando per Ventimiglia, incontriamo anche la Parrocchia di S:Agostino,posizionata nella via Cavour, la via centrale che scorre verso il ponte sul fiume Roya ,da dove ammiriamo la città vecchia,ben edificata con lo sguardo sul mare e sulla costa Francese.

Ora continuando il nostro giro vi farò visitare i giardini pubblici,siti fra il Municipio e il mare, e il fiume Roya, che oltrepassandolo in auto o a piedi, si raggiunge la città storica.

Le palme la fanno da padrone, circondate da panchine e verde, troviamo anche uno spazio per giocare alle bocce, tavoli in legno con le relative panchine per poter giocare a carte, dove le persone più anziane si ritrovano e ammirano anche comodi su una panca il correre e gridare dei bambini,che con giochi d’animazione altalene,corde e una giostra fissa per i più grandicelli, mentre per i più piccoli troviamo un angolo riservato a loro con scivoli e giochi in legno.

La nostra spiaggia, che mantiene rigorosa l’espressione delle spiagge liguri, dove la sabbia è scarsa, e la pendenza dell’entrata nell’acqua è discretamente inclinata,per noi liguri questo non è un disagio, anzi un vanto,una diversificazione.

Sono state creati degli infrangi onde, al fine di tutelare durante il periodo invernale, il transito sia pedonale che in auto , su tutta la lunghezza della riva e nel contempo si sono creati angoli dove l’acqua rimane bassa e da l’opportunità a bambini di giocare liberi e sicuri.

Dal periodo caldo, dove la città incontra mille persone , ora arriva l’autunno, periodo di transizione, dove si incomincia a intravvedere il mare più agitato e le nuvole più scure, le persone incominciano a coprirsi con abiti più pesanti e i turisti si allontanano piano piano.

 Sono riuscito ad avere due foto scattate da amici ,  durante l’inverno ed esattamente il 26/02/2018, relative ad una nevicata, cosa molto rara in questa parte della Liguria.

Ammirate come cambia l’ambiente dall’estate all’inverno. Ventimiglia non è una città dove nevica, e pertanto questo è un regalo un evento straordinario che ho avuto il piacere di farVi conoscere.

Dagli scogli,i primi spruzzi che si infrangono e le onde si muovono più cattive verso la terra ferma, trascinandosi in acqua sabbia, ghiaia o quello che trovano.

Verso sera ammiriamo il mare che fa da specchio al poco sole rimasto oramai nascosto fra le nuvole, che fa capolino e ci ricorda che domani Lui sarà ancora li ad aspettarci e riscaldarci.

Sulla nostra destra troviamo uno scatto del mercato della frutta verdura ecc.dove giornalmente  si fanno acquisti.

 

In queste due immagini che seguono, vediamo il movimento di tutti i venerdì, un lungo mercato che transita sulla  passeggiata a mare, e occupa anche alcune vie dell’interno,questo giorno è maggiormente dedicato ai clienti che arrivano dalla vicina Francia,ci raggiungono con auto treni autobus , e restano in Italia tutta la giornata, facendo un quantitativo immenso di acquisti, dall’abbigliamento all’alimentare sigarette oro e oggetti regalo.

Per la città è una gran fonte di guadagno che assicura una vendita tutti i venerdì dell’anno.

Oltre che a tutto questo, e altro, Ventimiglia ci offre nelle prime domeniche di agosto, un altro stile di vendita su strada.

La via principale “via Cauour ” e alcune traverse, vengono chiuse al traffico,e già dal primo mattino si vede comporre fuori da negozi , le bancarelle , che espongono a prezzi scontati alcuni prodotti.

Questo mercato si chiama in dialetto locale   ”  DESBARATU  ” e oltre che a vendita di prodotti dei negozi vari, vi è sempre anche il  BANCO DI BENEFICENZA , per il Canile di Ventimiglia, dove oltre a poter fare offerte, potrete trovare il Calendario dell’anno seguente, oggetti vari per animali, magliette, e  potrete acquistare i biglietti a sorteggio e portare a casa un ricordino avendo anche Voi partecipato ad aiutare i nostri amici a quattro zampe.

Attraversando il fiume  ROYA  ci troviamo innanzi a noi la parte storica di Ventimiglia,arroccata su un promontorio, con mura e porte che venivano chiuse a difesa del nemico, da li, si scruta tutto il mare,sia quello locale sia quello Francese.

Le vie dell’interno salgono e scendono lasciandoci alle spalle incroci pedonali con archi e scale ripide,ben ripulita , con la  Chiesa dei neri ,  storico luogo di interesse per turisti e i fedeli.

Ecco che incontriamo  la Cattedrale di Santa Maria Assunta , che erge imponente nel cuore della città vecchia, dove domina dall’alto e protegge tutti i paesani, innanzi a lei una grande piazza dove credenti e non si radunano per scambiarsi novità di lavoro della settimana passata.

Le foto che seguono si trovano nel museo Diocesano , a due passi dalla Cattedrale, dove personale Vi potrà raccontare aneddoti di quanto vedrete in luogo.

Finalmente anche Ventimiglia, città di confine, avrà il suo porto, che sicuramente aumenterà il turismo .

Siamo ancora in fase di costruzione, ma si spera ben presto questo luogo si riempia di barche locali e turistiche,  ci saranno negozi, bar , per chi arriva e chi parte, inoltre  porterà lavoro alla nostra bella città.

Il nostro percorso sta terminando, ora vi lascio alla vostra passeggiata, alla scoperta di novità, e per lasciarvi ci salutiamo qui davanti alla statua ” Dedicata al Cane Randagio ” che troverete sul lungomare vicino ai giardini.

Questa statua è stata creata al fine di ricordare a tutti di amare gli animali e se potete aiutateli.  Basta poco solo un po del vostro cuore.

Grazie.

 

Ventimiglia IM  Città di confine , dove si incontrano persone di tutti i paesi, dove la frontiera con la vicina Francia, dà possibilità di scambio del  commercio, dove i Francesi fine settimana “venerdì ” un enorme mercato riceve una infinità di visitatori per fare acquisti,città viva da visitare non solo con queste fotografie ma bensì venendoci a trovare.

Sono certo che nei vostri programmi esiste questa meta, e lasciandoVi  Vi indico per informazioni clicca il :   sito ufficiale

Pin It on Pinterest

Share This